Travel-guide Parigi: mangiare, dormire e spostarsi con un budget low cost

Dove dormire:

Il posto dove dormire dipende molto dal budget che si ha a disposizione. Il budget del mio viaggio era quello tipico dello studente medio: contenuto. Per budget contenuto,intendiamo circa sui 30-40 euro a notte a persona: in questo caso,l’unica soluzione attuabile in una città come Parigi è l’ostello.

Ovviamente,consiglio la scelta di una sistemazione in una zona centrale,o comunque ben collegata al centro tramite la metro(con un tempo di percorrenza inferiore ai 30 minuti): in periferia si trovano sicuramente molte sistemazioni meno costose,ma non convengono per via dei lunghi tempi necessari per gli spostamenti.

Ho scelto di alloggiare nel quartiere di Montmartre,in particolare ho trovato una buona sistemazione al Wooodstock Hostel,in camera doppia e con bagno in comune,a circa 32€ a notte a testa.

pregi dell’ostello in particolare secondo me sono questi:

– la posizione: in pochi minuti a piedi si può raggiungere la basilica del Sacro Cuore e il Moulin Rouge,e tutte le viette caratteristiche del quartiere di Montmartre. Inoltre,a circa 3 minuti a piedi si raggiunge facilmente la fermata Anvers della metro,linea 2: in circa 10-15 minuti di metro si arriva agli Champs Eliseé,o comunque è possibile raggiungere tutte le zone centrali di Parigi facendo cambio di linea. Altro vantaggio è la presenza di un supermercato e di una boulangerie a 100 mt dall’ostello(consiglio le loro baguettes e i dolcetti).

– la pulizia: le stanze vengono chiuse dalle 11:00 alle 14:00 per le pulizie,in particolare i bagni vengono puliti  e igienizzati ogni giorno.

– la colazione: è abbondante e gratuita,ma è consigliabile non presentarsi troppo tardi perché le brioches a buffet finiscono abbastanza rapidamente.

– la struttura: la ristrutturazione degli interni è abbastanza recente,la mobilia essenziale ma funzionale. In ogni stanza è presente un lavabo e uno specchio;molte stanze sono fornite di un terrazzino. E’ possibile utilizzare il frigorifero della cucina comune(utile in caso di permanenza superiore a 2-3 giorni). In sala comune vengono messi a disposizione 3 computer con connessione internet(altrimenti,è possibile accedere gratuitamente con il proprio pc alla wi-fi dell’ostello). E’ disponibile un servizio di custodia per i bagagli e per eventualmente oggetti personali(soprattutto pc e oggetti preziosi: il servizio è utile soprattutto per le camerate molto numerose!).

– il personale: è disponibile e gentile,competente anche nel campo linguistico(conoscevano italiano,spagnolo,inglese e tedesco).

I difetti sono invece:

– la pulizia: pur essendo accurata,lo stato del bagno è ovviamente dipendente da come l’ha lasciato chi l’ha usato prima di voi. Inoltre,durante la pulizia delle camere non è possibile entrarvi(quindi alle 11:00 bisogna lasciare la camera libera).

– la colazione: attenzione al latte scremato,fa rabbrividire!!!! Puntate sul succo di frutta o sul thè/caffè.

– la struttura: l’ostello è articolato su 3 piani,e ha 3 grandi camerate che danno su un cortiletto interno. Queste camerate hanno un grande svantaggio: i bagni e le docce sono raggiungibili solo attraversando il piccolo cortile interno(non coperto). I 3 piani interni invece sono dotati di un solo bagno e una sola doccia per piano,obiettivamente pochi per la capienza totale delle camerate. La scala a chiocciola poi è sicuramente carina,ma non garantisce l’accessibilità ai disabili(o alle ragazze con valigia pesante e pochi muscoli):un ascensore non ci starebbe male.

Complessivamente, io l’ho trovata tutto sommato una buona sistemazione e mi sento di consigliarvela.

Dove mangiare:

Mangiare a Parigi, se si vuole risparmiare, non è semplice. Una buona soluzione è acquistare dei panini al supermercato o in boulangerie(meglio), già farciti (vengono a costare esattamente quanto dei panini comprati in boulangerie e farciti con affettati e formaggi presi al supermercato). Altra soluzione è ovviamente quella dei fast-food,ma in questo caso non è sempre detto che il personale conosca l’inglese:la comunicazione risulta faticosa!! Se si ha la possibilità di mangiare in zone non troppo centrali,anche le pizzerie possono essere una soluzione non troppo costosa.

One thought on “Travel-guide Parigi: mangiare, dormire e spostarsi con un budget low cost

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...